top of page
  • Immagine del redattoreAgnese Caon

essere esistere vivere

Una declinazione dell’essere persona centrata fin dai primi momenti in ciò che di materiale ci appartiene, ma non è quel io sono che forma la persona ad essere se stessɘ, io persona, quell’Io viene da una declinazione di ciò che pensiamo di avere, di possedere, ma sono oltre tutto ciò che ci distingue dagli altri, non sono il vestito che indosso, non sono i tacchi che (non) porto. Siamo in un essere e in un essenza che ci sta sopra fin dal primo momento ma che da subito abbiamo appiattito con tutto ciò che abbiamo iniziato a fare nostro come proprietà materiale. Questo io sono, identifica anche ciò con cui io mi sono vista da sempre, un corpo che non è in quella forma, mi sono sentita fuori posto, finchè non ho sentito veramente la mia pelle le mie ossa; chi posso essere, finchè non ho trovato me stessa, nella forma e mi sono vista, in uno specchio e proprio lì ho sentito e visto. Potevo cambiare taglio di capelli, potevo ingrassare e dimagrire, potevo vestirmi da bambina come da signora, ma nulla cambiava e mi portava a vedere chi ero, era solo e semplicemente una maschera, indossavo cose per nascondere, per non potermi vedere e stavo facendo tutto senza rendermene conto. Io sono questo io, sempre in continuo cambiamento, io sono la conoscenza attraverso la quale ogni cosa è conosciuta, e quella non può conoscere sé stessa perché è già sè stessa. Non si diventa oggetto di sé stessi ma veramente sé. Quando non sei più dominatɘ dal passato, come un bagaglio carico e pesante di ricordi, che diventa uno schermo di concetti attraverso il quale viene interpretata ogni esperienza allora li scopri chi sei. Buona scoperta…


Post correlati

Mostra tutti

Si realizza

Per tutte le cose ci vuole tempo perché si realizzino, oltre al tempo ci vuole la pazienza e il coraggio. Tempo per comprendere, pazienza per crescere, coraggio di cambiare iniziare avanzare. Tutto qu

Abbraccio

L’abbraccio, tu cosa senti quando abbracci? Quale parte del corpo entri in contatto? Io posso entrare in contatto con il petto, con il seno, con l’addome o con il ventre, dipende (sempre) dall’altezza

Sorridere

Quando fai ciò che ti piace, ti trovi a sorridere di te stessa, con te stessa. Ed è bello poter sorridere, apre il cuore, rincuora l’anima, permette l’ascolto e l’apertura verso il mondo esterno. Sorr

Comments

Couldn’t Load Comments
It looks like there was a technical problem. Try reconnecting or refreshing the page.
bottom of page