top of page
  • Immagine del redattoreAgnese Caon

conoscerci, conoscere

L’incontro con l’altra persona lo penso importante per l’esistenza stessa… se poi troviamo persone più vicine a noi tutto si espande.

“Diventa ciò che sei”, diceva lo studioso di buddismo zen Alan Watts (non sono buddista), riprendendo la frase dal famoso filosofo Nietzsche.

Questo dato testimonia quanta importanza abbia l’affettività, la cura, l’accoglienza, il contatto e l’ascolto, la

relazione, il nostro corpo e la comunicazione fra umani.

Il contatto con il corpo avviene attraverso lo specchio che ci permette di metterci di fronte a noi stessi, a quella parte dalla quale molto spesso prendiamo le distanze. Lo sguardo comunica, il tocco rimanda ad una comunicazione, lo scambio tra corpi.

Tutto è in comunicazione, il nostro fisico, il nostro essere, la relazione con noi e con l’altræ persona, quando permettiamo a noi e agli altri di metterci-si e rimetterci-si sempre in relazione


nella crescita e nella reciproca consapevolezza


Post correlati

Mostra tutti

Abbraccio

L’abbraccio, tu cosa senti quando abbracci? Quale parte del corpo entri in contatto? Io posso entrare in contatto con il petto, con il seno, con l’addome o con il ventre, dipende (sempre) dall’altezza

Sorridere

Quando fai ciò che ti piace, ti trovi a sorridere di te stessa, con te stessa. Ed è bello poter sorridere, apre il cuore, rincuora l’anima, permette l’ascolto e l’apertura verso il mondo esterno. Sorr

Sentimenti

Sentimenti, tutti li viviamo, tutti li sperimentiamo. Senti (senso) menti (mente). Chi non li prova? Quante volte mettiamo la mente davanti a ciò che proviamo e ci limitiamo nel provare quella sensazi

Σχόλια


bottom of page