Come si sta a stare bene?

Come si sta a stare bene? Quando mi chiedono come sto, rispondo: bene! non perchè non ci sia altra risposta ma... c’è qualcosa che non va? Può essere che si possa stare bene? Al suono della parola bene, sembra quasi che non sappiamo più cosa sia. Mi sono chiesta spesso come sto? Cosa sta succedendo? Sto bene, sicuramente c’è stato qualcosa che mi ha fatto cambiare la risposta e anche io porto con me quel qualcosa che mi permette ogni giorno di sentire di avere un corpo (fastidi), di avere una mente (pensieri), di avere relazioni (dialoghi) ma in fondo in fondo come stai? Quando mi chiedete come sto, fidatevi della risposta . Provare a chiederselo nel silenzio di tutto, quando hai trovato chi sei, puoi renderti conto che sei libera e puoi andare allo scoperto, perché la paura che prima ti mangiava dentro e gli altri ne godevano ora non ti porta via. Ma tu sai cosa hai costruito, cosa hai fatto, chi c’è stato. Tu conosci di te tutto ciò che è passato sotto gli occhi e sotto le mani, le tue imperfezioni e il tuo coraggio. E ora vai… non traballare più, non è il tempo ora, puoi farlo, puoi essere, puoi stare, puoi… se ti permetti

#crescitapersonale #riscoperta #mylife #change #consapevolezza #vita #trasformazione #awareness #disability #happylife #happytime #projects #dreams #workinprogress


3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Giornata internazionale consapevolezza sul nanismo? Serve una giornata? Non credo bastino 24 ore per consapevolizzare una condizione fisica come quella dell’acondroplasia. Quello che è utile è rendere