il sogno si è realizzato

Passo dopo passo, corso dopo corso (la strada è ancora lunga e la formazione continua), questo documento mi permette di mettere in pratica ciò che da tempo stavo sognando, e sul quale sto riponendo forze, tempo, impegno e risorse. Giorno per giorno lo porterò avanti con ciò che ci sarà da vivere. Quello che sto costruendo è ciò che più mi rende felice.

Quando costruisci qualcosa, hai un bel progetto in mente, tutti i mattoni per farlo, sei lì pronta emozionata e felice di portarlo avanti e questo l’ho costruito con le mie mani, si forse pazza “in un anno così particolare”, “con una crisi di questo tipo”, “con tutti quelli che chiudono”, “con i rischi che ci sono”, queste le frasi più ricorrenti, si pazza e un po’ fuori di testa, si tanti discorsi ma quello che c’è rimane, quello che è prende forma, perché qualcuno almeno che ci crede dal primo passo compiuto con il primo corso, arrivando ad un ulteriore passo con questo documento in mano, tra la gioia e la disperazione di essere da sola a pensare come, cosa, perchè, che nome dare, che forma dare, come fare… eccomi qui allora nel mondo di chi ha una piccola partita iva, e si da fare per esprimere se stesso e ciò che ha dentro.

E così nasce ARTEMISIA

Non posso non dimenticare chi mi ha sostenuta, chi si è fidato alle mie mani e mi ha fatto capire che potevo farlo, e anche chi non ci ha creduto dall’inizio ed è stato a guardare perchè anche questo mi ha dato modo, tempo e spazio per riflettere e arrivare qui

solo quello che c’è con tanto amore

solo quello che è con la vita

solo quello che sono con me stessa



12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Giornata internazionale consapevolezza sul nanismo? Serve una giornata? Non credo bastino 24 ore per consapevolizzare una condizione fisica come quella dell’acondroplasia. Quello che è utile è rendere